skip to Main Content
Aumentare Il Posizionamento Sui Motori Di Ricerca Con Un Piano SEO

Aumentare il posizionamento sui motori di ricerca con un piano SEO

Se aumentare il posizionamento sui motori di ricerca è il vostro obiettivo allora il Search Marketing è un argomento che vi interesserà. Per aumentare il posizionamento sui motori di ricerca è necessario svolgere attività di Search Engine Marketing (SEM) e di Search Engine Optimization (SEO).

Le prime sono state trattate in un articolo dedicato al Search Engine Marketing (SEM), che potete leggere cliccando qui. Le attività di SEO sono invece state introdotte nel precedente articolo “Farsi trovare sui motori di ricerca con il SEO” e vengono approfondite in questa pagina dove sono descritti gli interventi e i fattori da prendere in considerazione per aumentare il posizionamento sui motori di ricerca.

Come si realizza un piano SEO

Nella progettazione di un adeguato piano SEO bisogna tener conto che il compito di un motore di ricerca è quello di fornire agli utenti pagine che siano il più possibile coerenti con le proprie interrogazioni.

Da questa considerazione si deduce che è meglio partire fin da subito concentrando i propri sforzi nella realizzazione di contenuti che siano veramente in linea con le aspettative del proprio target di riferimento, evitando termini generici o addirittura non pertinenti, nella speranza di poter così raggiungere un target più ampio. Quello che si otterrebbe sarebbe infatti proprio l’opposto, ossia un basso posizionamento e un traffico di utenti non qualificato che abbandonerebbe subito il sito web una volta raggiunto.

Il primo passo da compiere nella realizzazione di un piano SEO è l’individuazione degli obiettivi e del target di riferimento. In breve occorre sapere con precisione quali sono le caratteristiche degli utenti che si intende raggiungere e quale comportamento ci si attende da loro una volta che sono arrivati sul sito.

Fondamentale è poi l’analisi delle parole chiave (keywords), che dovrebbe condurre all’individuazione di quei termini per i quali si desidera essere trovati e che ci aspetta siano utilizzati dal proprio target di riferimento durante le ricerche effettuate sui motori.

I contenuti sono il fattore più importante

Una volta definita la lista delle keywords si procede con la creazione dei contenuti del sito, soprattutto quelli testuali, come pagine e articoli. Sono i contenuti, prima di ogni altra cosa, a dare il maggior contributo nel raggiungimento della migliore posizione sui motori; non a caso infatti gli esperti del settore continuano a ripetere “Content is King for SEO“.

Se il nostro scopo è veramente quello di aumentare il posizionamento sui motori di ricerca allora i contenuti rappresentano il fattore più importante sul quale concentrare il massimo degli sforzi, ancora più importante dell’aspetto grafico, dei meta tag e della qualità del codice.

I contenuti dovrebbero essere quanto più possibile originali (non copiati), aggiornati con frequenza (non lasciati immutati per anni), opportunamente formattati per enfatizzare gli elementi del testo (come titoli e paragrafi) e soprattutto ricchi di keywords rilevanti e pertinenti con l’argomento trattato. Le parole chiave dovrebbero essere posizionate in particolari punti del testo, essere ripetute spesso e corrispondere quanto più possibile ai termini usati dagli utenti durante le loro ricerche sui motori.

Altri fattori sui quali intervenire per migliorare il posizionamento

Aumentare il posizionamento sui motori di ricerca con un piano SEO è un obiettivo che si realizza anche con attività di natura tecnica oltre che con la redazione di contenuti di qualità, attraverso interventi di ottimizzazione del codice sui meta tag (title e description), i tag html (soprattutto gli headings), la nomenclatura e gli attributi delle immagini, la quantità e qualità dei link.

In fase di realizzazione del sito web sono richiesti particolari accorgimenti anche per quanto riguarda l’uso di javascript e css (che è consigliabile mantenere in file esterni), l’impiego della tecnologia Flash (che non aiuta i motori di ricerca), l’uso di sitemap (per notificare ai motori la presenza delle pagine).

Fattori esterni (Off-Site)

I fattori descritti fino a questo momento rientrano nella categoria degli interventi On-Site, per i qui quali l’esperto di SEO ha ampia possibilità di manovra, potendo egli intervenire direttamente sulle pagine del sito web. Il posizionamento di un sito dipende però anche da fattori esterni alla volontà e al controllo dell’esperto SEO, che si trova in questi casi ad avere una possibilità di azione molto limitata o addirittura inesistente. Questi fattori si definiscono Off-Site e, proprio per il fatto di essere meno manipolabili, rappresentano criteri di valutazione più attendibili per i motori di ricerca.

La popolarità (popularity) di un sito ad esempio è uno dei fattori esterni di maggiore rilevanza, che è possibile ottenere solo grazie a link esterni di qualità verso il proprio sito. La popularity è un parametro che i motori di ricerca utilizzano per determinare l’importanza di un sito sulla base della quantità e qualità di collegamenti esterni che rimandano allo stesso. Tale valore è condizionato non solo dal numero dei link ma anche dall’autorevolezza della fonte.

Gli interventi finalizzati ad aumentare la popolarità del proprio sito sono pochi e richiedono molto sforzo, in particolare l’esperto SEO può riuscire ad ottenere maggiori link attraverso un’intensa attività di pubbliche relazioni on-line (SEO-PR) e di Article Marketing, ossia di scrittura di articoli contenenti link al proprio sito, pubblicati e diffusi su piattaforme esterne.

Back To Top